Ho sempre saputo che i supporti come cd e dvd masterizzati non erano da considerarsi eterni anche se apparentemente, se ben conservati, sembrano inattaccabili. Il cd/dvd stampato però mi dava una certa sicurezza! Il fatto è che ora spunta fuori una vera e propria malattia o degenerazione del materiale a cui hanno dato il nome di 'disc rot', che dopo circa 10 anni può renderlo inutilizzabile.

Sembra che alcuni collezionisti abbiano scoperto su alcuni cd accuratamente conservati, la comparsa di piccole macchie che rendono la superficie illegibile. Anche la levigatura con tecniche specifiche non ha risolto il problema.

undefined

Tornano così in mente casi come quello della PDO (Philips and Dupont Optical), il può grande stampatore in Europa dal 1988 al 1993 che incredibilmente utilizzo una lacca di bassa qualità per ricoprire la superficie dei cd: a distanza di poco tempo su alcuni supporti si verificarono dei fenomeni di corrosione dell'alluminio, tecnicamente denominati "bronzing", e dal colore silver originale i cd iniziarono a virare verso il bronzato diventando di fatto illeggibili. La PDO su richiesta degli utenti sostituì i supporti difettosi ma solo fino al 2006, ma le richieste furono poche perchè il problema non si era ancora manifestato nella maggior parte dei casi: ad oggi molti di quei supporti sono inutilizzabili.

Quindi non necessariamente bisogna allarmarsi perchè sembra che dipenda essenzialmente dai materiali utilizzati e dalle stamperie, ma una verifica dei supporti certo non guasterebbe.